Ohjekeskus Lähetä : / $USD tel. Infine, considerata la condizione di tutti i suddetti frati, a ciascuno sarà lecito, almeno con licenza del Correttore locale. chiedessero di vedere gli ambienti più comuni dei conventi dell'Ordine. anni continui sia preposto al governo dell'Ordine. possibilità del convento, verrà soccorso per obbedienza e con diligenza e premura, prima con alimenti quaresimali più idonei, secondo l'arte medica, alla sua infermità. Che se venissero foro sottratte in tutto o in parte le elemosine temporanee, annuali o perpetue, comunque lasciate a quest'Ordine, non le rivendicheranno per via giudiziaria nè per altra via. External link: #1 Opac SBN. Creator: Francesco di Paola. Tel (+39) 06 4880250 Nei Capitoli provinciali - che si celebrano annualmente in località a tal fine designata -, ogni tre anni, il 29 settembre. Soltanto i frati professi abbiano una cocolla cucita posteriormente al loro mantello, per coprire il capo. (S S. Rosario), accoglieremo la Reliquia…, LA VITA DI FRATE FRANCESCO DA PAOLA Maratona Letteraria T.O.M. Il primo statuto fu probabilmente la “Protoregola”, un documento la cui genesi e applicazione è ancora tutta da chiarire. Detti Correttori locali, terminato l'anno del loro correttorato, resteranno sudditi almeno per un. Verranno eletti anche, soltanto per tre anni, quattro o più Vice-Correttori Vigili, secondo che nel tempo sembrerà opportuno, per la diversità delle regioni, e siano convenientemente deputati per determinate correttorie dell'Ordine: essi godranno, dell'autorità plenaria del Correttore Generale soltanto durante le loro visite. Ai Correttori locali non sarà lecito, durante il loro ufficio, allontanarsi dal convento se non per giusto motivo, con la, conoscenza del Capitolo e il consenso dei Seniori: ciò perché possano custodire con maggiore vigilanza dalle invisibili belve, delle rovine spirituali il gregge loro affidato, 52. 40. Perciò, … Capitolo I: Osservanza salutare dei precetti e dei voti Osservanza salutare dei precetti e dei voti Date: 1824. I Fratelli Oblati invece reciteranno per il Mattutino venti Pater noster e Ave Maria, per, le Lodi sette, per il Vespro dieci, e cinque per ciascuna delle altre Ore, aggiungendo ugualmente i versetti Gloria Patri e Sicut. Tuttavia nè essi nè i Fratelli Laici nè gli Oblati coltivino i loro capelli, ma li taglieranno, o raderanno spesso. parole o scritti alcunché‚ contrario a questa Regola e vita; nè di comporre o far comporre, innovare o far innovare altre norme. Risultando poi chiaramente che l'infermo si è tanto, ristabilito da potersi sostenere con i consueti alimenti quaresimali, dopo ponderata decisione, ritorna al più santo regime della, vita precedente, memore della propria salutare professione. ordine del Correttore, vi sia assistito con premura e carità usando qualsiasi alimento adatto a ristabilire al più presto la salute. convento, esercitare uno o più uffici minori, secondo la determinazione del Capitolo locale. Infine, su deliberazione del, Correttore e del Capitolo. La Regola dei Frati – Santuario San Francesco di Paola. Con il diploma Decet nos, del 30 novembre 1470, l’arcivescovo di Cosenza, mons. vigilia del Natale del Signore; cosi pure negli altri giorni prescritti dalla Chiesa. provvido consiglio consideri con discrezione e saggezza gli affari della Religione a lui affidati e li tratti e risolva con abilità. Anche il confessore dei Novizi ed il loro Maestro saranno designati dai suddetti Prelati. Encontre diversos livros escritos por Martìn, M. Angeles com ótimos preços. Useranno pure a loro piacere zoccoli o sandali fatti di ginestra o di palma o di paglia o di corda o di giunchi, oppure scarpe di, sopra, secondo la diversità delle province, a meno che un'urgente necessità o una dispensa concessa con discrezione dal, Superiore abbia sciolto dall'obbligo di andare scalzi. … Ricevano con riverenza il Generale, i Vigili e i Provinciali dell'Ordine, quando, andranno nei conventi, e rendano loro, Capitolo nono: Prelati di questa congregazione e loro assistenti e loro incaricati, 39. ed ivi pernottare e dormire, mentre ancora possono comodamente tornare al loro monastero. Inoltre l'abito di tutti i Chierici e Laici sia lungo fino ai talloni, dignitoso, di panno grosso tessuto con lana, naturalmente nera e non tinta. Il più grande Concerto per la “Pace e il Dialogo Interreligioso” si tiene in Calabria, a Paola. I suddetti frati non assumeranno obblighi specifici di Messe nè di altri suffragi, se non in genere, ossia nell'insieme di tutte. chiesa che al dovuto sostentamento dei religiosi. L’approvazione della Regola dell’Ordine dei Minimi ebbe un lungo iter con la stesura di diverse versioni. 10. E quando, occorrerà, celebrino la Messa semplicemente leggendola, ossia recitandolo senza canto, e vi impieghino un solo ministro o due, o, al più, tre. Coloro che attendono al governo di questa Religione e forma di vita si conformino agli altri, per quanto È possibile, nel vitto, e nel vestiario; nel correggere usino prudentemente la verga con la manna e l'olio con il vino, cioè la giustizia con la, misericordia e viceversa. Ordine dei Minimi di s. francesco di paola terziari - regola REGOLA DI VITA DEL TERZO ORDINE DEI MINIMI DI SAN FRANCESCO DI PAOLA Capitolo primo: L'osservanza dei comandamenti di Dio e dei precetti della Chiesa quale via della salvezza 1. By using our services, you agree to our use of cookies. locale e secondo la possibilità di ciascun convento, si provvederà con carità sia alle riparazioni della. evangelico. 22. attenderanno con diligenza agli uffici Loro affidati. Capitolo primo: Osservanza salutare dei precetti e dei voti, 1. Luce che illumina i penitenti. 54. Nondimeno i Superiori dell'Ordine. Les meilleures offres pour RASOIO TAGLIACAPELLI ELETTRICO REGOLA BARBA RICARICABILE DISPLAY PETTINI - GM820 sont sur eBay Comparez les prix et les spécificités des produits neufs et d'occasion Pleins d'articles en livraison gratuite! - È l'ordine religioso fondato da S. Francesco di Paola (v.) nel 1435, approvato da Sisto IV nel 1474 e più volte confermato in seguito da altri papi, che lo annoverarono fra gli ordini mendicanti. Testo latino e versione italiana, a … Atti del II convegno Internazionale di Studio (Paola, 7-9 … Si guardino però tutti i frati e gli Oblati di indurre, essi stessi o per interposta persona, il medico a farsi dispensare dalla vita, quaresimale per quella pasquale, cioè di grasso: tanto più che è giuridicamente vietato agli stessi medici di consigliare ai malati, per la salute corporale ciò che potrebbe convertirsi in pericolo dell'anima. Κέντρο Βοήθειας Αποστολή σε : / KZT Cookies help us deliver our services. potranno ragionevolmente dispensare i frati e gli Oblati dai singoli suddetti digiuni. Tuttavia potranno trattare e portare con sè ogni specie di denaro e, col permesso del, 18. La Reliquia della Croce di S. Francesco arriva nella Parrocchia S. Caterina V.M. Infine, nè i suddetti Superiori nè qualsiasi altro frate abbia l'ardire sotto qualsiasi pretesto di impetrare o far impetrare con. L'Ordine dei Minimi (in latino Ordo Minimorum) è un istituto religioso maschile di diritto pontificio: i frati di questo ordine mendicante, detti anche paolotti, pospongono al loro nome la sigla O.M. La regola monastica è un documento di riferimento per una comunità monastica nel quale si indica sia l'indirizzo spirituale dell'ordine, che una serie di norme pratiche destinate a regolare la loro vita quotidiana.. Regole maschili [modifica | modifica wikitesto]. Compre online Le sorelle dell'ordine dei minimi. Regola de’ frati dell’ordine de’ Minimi di Francesco di Paola. Pertanto a tutti e a ciascuno di essi è, assolutamente e incontestabilmente proibito di cibarsi, dentro e fuori convento, di carni, di grasso, di uova, di burro, di. professione. e fax (+39) 06 4882613 lunedì dopo Quinquagesima fino al Sabato Santo incluso, e dalla festa di Tutti i Santi fino alla vigilia del Natale del Signore. Li venereranno anche col parlare dimesso e con il, contegno rispettoso. Origini, regola, identità è un libro pubblicato da Falco Editore Quelli poi che risultano cosi eletti o designati. Inoltre, militando i suddetti Chierici e Laici nella povertà evangelica, non dovranno toccare affatto, denaro nè portarlo, scientemente con sè. Per questo, infatti, ci siamo riuniti: per osservare il Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo, e vivere, con un cuor solo e un'anima sola tra noi, in Dio Signore nostro, sotto il voto di povertà, di castità e di obbedienza. Che se ricorre qualche festa di particolare solennità, si potrà celebrare la Messa conventuale corrispondente con. 9. È il ramo secolare dell’Ordine dei Minimi, con il quale ha in comune il carisma penitenziale. 8. Directive 96/71/EC of the European Parliament and of the Council of 16 December 1996 concerning the posting of workers in the framework of the provision of services. Frete GRÁTIS em milhares de produtos com o Amazon Prime. I Fratelli Oblati, a loro volta, porteranno un abito del suddetto colore, lungo fino al polpaccio o giù di li, ma non oltre; abbiano, anche un cingolo rotondo che rechi solo quattro nodi. Il sacrista, invece, e tutti gli altri incaricati del convento saranno eletti dal Correttore locale e dal Capitolo di Comunità, oppure saranno opportunamente designati dai Prelati nelle loro visite. Inoltre tutti i Lettori preparino le loro, lezioni in maniera tale da rendere i loro uditori capaci e abili a predicare e a. confessare con edificazione: dappertutto però si osservi che nessuno ascenda al magistero o ad altro grado accademico. I suddetti Oblati, sia prima che dopo la loro professione, potranno come gli altri essere scelti quali economi e, all'interno del. Ha insegnato a contenersi nello stretto necessario, a vivere in questo mondo come ospiti e pellegrini. giorno della suddetta Natività del Signore quando capitasse di venerdì. Si tratta di un testo in lingua francese – probabilmente una traduzione – sul quale è stata apposta la data 1474. Tutti coloro che sono preposti al governo di quest'ordine dei Minimi non senza motivo vengono chiamati Correttori: perché‚, correggendo anzitutto se stessi, correggano con comprensione i frati loro affidati, sicché compatiscano i difetti dei loro fratelli e. cerchino insistentemente piuttosto la loro emendazione che la punizione. dedicazione di tutte le chiese dell'Ordine. Uscendo, con il loro permesso, a due a due dal convento, chiederanno umilmente loro la benedizione, e. 20. Abbiano anche un cingolo rotondo di lana dello stesso colore che rechi cinque semplici nodi. Noté /5: Achetez Le sorelle dell'ordine dei minimi. Tutti i Chierici professi di questa piccola Congregazione e tutti gli ordinati, "in sacris" portino una tonsura uniforme della, dimensione di una palma di mano media. 10 % ALENNUSTA sovelluksen käyttäjälle. Subito appena eletti, nel modo sopra indicato, -i suddetti Superiori, i loro Assistenti e gli Zelosi - questi ultimi con residenza a, Roma o nell'ambito -, promettano fedeltà all'Ordine in Capitolo, nell'atto stesso della loro elezione se sono presenti; all'inizio del, 53. Testo latino e versione italiana, a cura di Antonio Castiglione, Romae 1978. Di più, tutti i semplici Vicegerenti o Visitatori, terminate le loro visite, non avranno autorità alcuna o preminenza. Inoltre, durante la predicazione, le Monache stendano una cortina in modo da vedere. E poiché, per mancanza di esperienza, non è conveniente sottoporre all'onere di Correttore nè, preporre alla direzione dei confratelli colui che non abbia prima sperimentato le lotte della tentazione e non si sia riconosciuto, suddito, per questo motivo nessuno sia preposto in questo Ordine nè abbia voce nell'elezione e nella deposizione dei, Superiori, se prima non abbia vissuto lodevolmente come professo in questo stesso Ordine almeno per tre anni. Regola del III Ordine. 45. Poiché il digiuno corporale purifica la mente, sublima i sensi, sottomette la carne allo spirito, rende contrito e umiliato il, cuore, disperde i focolai della concupiscenza, estingue gli ardori della libidine e accende la fiaccola della castità: perciò, tutti i, Chierici e Laici, impegnati a crocifiggere le loro membra insieme ai vizi e alle concupiscenza, digiuneranno indistintamente dal. Gli Oblati invece digiuneranno soltanto nei venerdì di tutto l'anno e dal giorno dopo la festa di S. Caterina vergine fino alla. cingolo rotondo avrà solo tre nodi, e il loro cappuccio scenderà fino allo stesso cingolo in modo che non lo si possa ricingere. Redazioni della regola e correttorio dei Minimi. La Regola da lui scritta fu approvata il 28 Luglio 1506 … A ciascun Superiore siano opportunamente associati tre assistenti timorati, che si chiameranno Seniori, e sostenuto dal loro. Se poi tale malattia cosi curata si aggraverà, col parere del medico si condurrà, l'ammalato nell'infermeria esterna, situata entro l'ambito della clausura e, secondo la prescrizione del suddetto medico e per. Pirro Caracciolo, aveva autorizzato la “Congregazione eremitica di S. Francesco d’Assisi”, sorta attorno a Francesco di Paola, a stilare uno statuto, purché conforme ai … Il motivo di un intervento pontificio così ravvicinato, probabilmente era solo di natura formale: la precedente versione non era stata sottoposta al giudizio del collegio dei cardinali e si temeva che ciò avrebbe potuto invalidarla. VITA E REGOLA DEI FRATI DELL'ORDINE DEI MINIMI DI FRA' FRANCESCO DI PAOLA. Quando però, come si è detto, sarà necessario cibarsene, siano portati per altra via e non per il chiostro, o convento, all'infermeria esterna; questa sia opportunamente distante, ove è possibile, almeno cinquanta passi dal convento, e non si, permetta assolutamente che sia situata tra le officine interne del medesimo. cappello o un berretto adatto secondo le esigenze delle regioni. S. Francesco li ha infatti esortati a “fare frutti degni di penitenza, sotto i voti di povertà, di castità, di obbedienza e di vita quaresimale”. 49. Perché questa Regola e cosi anche il Correttorio siano meglio osservati, si chiederà al Sommo Pontefice un eminentissimo, Cardinale del sacro Collegio, che sia zelante protettore, amico benigno e custode vigilantissimo di questa piccola Religione, e, non permetta mai cosa alcuna che possa snervare la purità di questa sacra Regola e vita o distruggerne la forza della, E' questa, carissimi fratelli, la Legge e Regola mite e santa, che vi esortiamo ad accogliere umilmente e a custodire, fedelmente, così che, mediante la sua osservanza, possiate alla fine conseguire felicemente dalla mano del Signore, quale. 34. Tutti siano pure esortati ad essere benevoli, modesti ed esemplari; a non giudicare gli altri ma se stessi, a fuggire il troppo, 38. Essi però, che sono cosi visitati dal Cielo, gioiscano e rendano grazie per il tempo, 33. solo il predicatore e non altri, nè i suddetti frati si prolunghino in discorsi con le Monache su argomenti diversi da quelli indicati. 23. Alessandro Galuzzi, Origine dell'Ordine dei Minimi, Roma 1967; Giuseppe Fiorini Morosini, Il carisma penitenziale di S. Francesco di Paola e dell'Ordine dei Minimi. 43. anni di età, salvo che non intervenga il consenso del Capitolo generale o provinciale. Ordine dei Minimi di s. francesco di paola frati - regola VITA E REGOLA DEI FRATI DELL'ORDINE DEI MINIMI DI FRA' FRANCESCO DI PAOLA Capitolo primo: Osservanza salutare dei precetti e dei voti 1. Di tali indumenti faranno uso anche tutti i Novizi, chierici e laici; però il loro. Nondimeno il Correttore Generale potrà lecitamente, inviare, oltre i predetti Vigili, Visitatori oculati che, come lucerne ardenti, visitino i confratelli e ne correggano le manchevolezza, con tale senso di giustizia da non separare da questa la misericordia, anzi useranno tanta misericordia da non dividere da essa, 47. Non entreranno in monasteri di Monache, se non in chiesa e presso le grate che delimitano la clausura: ciò soltanto per, predicare o per chiedere l'elemosina. del colore dell'abito, senza pieghe o arricciature, lungo più o meno fino al polpaccio. Giovanni Paolo II, Copyright © 2018-2019 –  All Rights Reserved Santuario di Paola, LA PIATTAFORMA E’ STATA REALIZZATA DALLA FONDAZIONE CULTURALE “PAOLO DI TARSO”, Curia Generalizia, piazza S. Francesco di Paola 10 , 00184 Roma (RM) - Italy Capitolo quarto: Ufficio divino, riconciliazione capitolare, confessione e comunione, 12. 42. Tanto il cingolo, quanto l'abito e, il cappuccio non sarà lecito ai frati togliersi, nè di giorno nè di notte, se non per cambiarli, pulirli, ripararli, o per qualche. Di più, per tutto il tempo che staranno fuori, uno di essi designato dal Superiore fungerà da Correttore. 46. Dopo otto anni, Francesco volle sottoporre all’autorità della Chiesa anche la Regola per il Terz’Ordine e nel contempo rivedere il testo di quella del Primo Ordine, che si era esteso in Francia. Perciò siano premurosi di praticare sempre il silenzio in chiesa, nel chiostro e nel dormitorio; in refettorio, poi, durante la prima e la seconda mensa, e da Completorio fino a Prima, altrimenti curino di parlare sommessamente e, religiosamente. I Chierici di quest'Ordine, impegnati con spirito di santo timore e di esultanza alle divine lodi, assolveranno all'obbligo, dell'Ufficio divino recitandolo semplicemente, ossia leggendolo senza canto, con riverenza e secondo le cerimonie e il rito della, 13. Fratelli Oblati indosseranno, sia dentro che fuori, a loro piacere, un mantello chiuso della lunghezza più o meno dell'abito. erat dopo ciascuna ultima Ave Maria. A nessun frate, pertanto, è permesso, contro la presente stabile, legge, alimentarsi in qualsiasi tempo dei suddetti cibi pasquali, ossia di grasso: e cioè di carni, di uova, di formaggio, di burro, nè di latticini di ogni tipo, nè di loro composti o derivati. Continuando a utilizzare questo sito, l’utente accetta la nostra politica sulla privacy e la politica sui cookie. Tutti potranno indossare sotto il proprio abito, secondo il bisogno, tuniche lunghe o corte di panno dozzinale e di stamigna, mutande e calze convenientemente tirate sopra il ginocchio e portare a piacere, dentro e fuori del convento,anche un mantello. 1 - Anzitutto, fratelli carissimi, non dimenticate che bisogna conoscere e osservare scrupolosamente i comandamenti di Dio, affinché, amando Diocon tutto il cuore, con tutta la mente, con tutta l'anima e con tutte leforze, e il prossimo come noi stessi, possiate conseguire il frutto della vita eterna. Dovendo essi vivere in perpetua castità si esimeranno da ogni sguardo pericoloso ed eviteranno ogni relazione sospetta. E perché tutti i frati abbiano maggiore possibilità di pregare, si ammonisca ciascuno ad osservare con cura il silenzio. Subject: Ordine dei Minimi San Francesco. 30. Nondimeno gli ospiti siano accolti con cuore gioioso e volto, sereno e, secondo la possibilità di ciascun convento, vengano benignamente serviti, con cibi quaresimali solamente, da coloro, Capitolo ottavo: Amore all'orazione e all'osservanza del silenzio, 35. Quivi saranno designati anche i Correttori locali, che siano persone di provata esperienza, dopo che ne è stata fatta, l'elezione in ciascun convento. Il Terz'Ordine, quale ramo secolare dell'Ordine dei Minimi, ne partecipa il carisma penitenziale e, a garan-zia di questo, ne riconosce l'alta direzione e si avvale della sua assistenza spirituale. E non si permetta di introdurre o far introdurre in convento alcuno di, 28. Tuttavia si tolleri l'ingresso, in vesti decorose e per, visite pie, di singole signore di stirpe regale, cosi pure delle fondatrici di quest'Ordine, insieme al loro seguito, quando. Il Terz’Ordine dei Minimi (T.O.M.) 7. 31. 24. Cosi pure il loro cappuccio sia dello stesso colore e si protenda davanti e dietro, più o meno, fino, 5. Inoltre, trascorso un anno ininterrotto di prova e non prima (su ciò è assolutamente vietata qualsiasi dispensa dei Superiori, dell'Ordine), se avranno referenze, favorevoli dai frati professi e soprattutto dal loro Maestro, potranno essere ammessi alla. La regola del 1506, I Minimi e la monarchia francese durante il Rinascimento ». lvi poi, standovi gli infermi, nessuno dovrà entrare, 29. L’approvazione di una regola per la Congregazione eremitica di Francesco di Paola incontrò inizialmente la resistenza da parte della Chiesa per via del divieto imposto dal Concilio Lateranense IV. Le sorelle dell'ordine dei minimi. www.ordinedeiminimi.it Inoltre tutti i Chierici di quest'Ordine celebreranno pure, nella prima domenica libera del mese di luglio, l'anniversario della. penitente del Fondatore, osservando la S. Regola, ag-giornata nelle Costituzioni e Direttorio, e animando il mondo con l'apostolato della carità operosa. Inoltre i frati di quest'Ordine si confesseranno devotamente almeno una volta ogni settimana presso i confessori loro, assegnati o permessi. 3. la commemorazione della festa del giorno che ricorre nel calendario o viceversa. Nessuno poi, fisicamente sano, si esima da tutti i predetti digiuni, eccetto se è in viaggio. Dall'universalità di quest'Ordine - escluso assolutamente ogni favoritismo o risentimento - ivi eleggeranno con saggia, riflessione uno, quale Correttore Generale, che sia come il servo buono e fedele, onesto, virtuoso ‚ prudente, che per soli tre. Capitolo terzo: Indumenti di questa congregazione, 4. seriamente impegnati nel cammino della salvezza, sull'esempio del Redentore. è un’associazione di laici che si propone di vivere il Vangelo secondo il modello di San Francesco di Paola. Origini, regola, identità de : ISBN: 9788896895153 sur amazon.fr, des millions de livres livrés chez vous en 1 jour Questo sito utilizza i cookie. 2. Quelli che saranno cosi ricevuti resteranno per sempre nello stato della loro professione. I frati di quest'Ordine sapendo d'aver rinunziato alla propria volontà, obbediranno umilmente ai loro Superiori in tutto ciò che, non è contro la salute della propria anima nè contro questa sacra Regola. curiageneraleminimi@gmail.com, Padre Colatorti nuovo Correttore Generale dell’Ordine dei Minimi, Con Francesco alla scoperta della meraviglia: espressioni artistiche in mostra, Santuario San Francesco di Paola, in scena “Canto di Natale” di Charles Dickens, Santuario di Paola: la nuova Biblioteca è un capolavoro. grande forza, e come un fedele messaggero compie il suo mandato penetrando là dove non può arrivare la carne. p. 83-102. 11. "Haec est, carissimi fratres, Lex ac Regula mitis et sancta... ", cosi Francesco di Paola consegnava la Regola al suo Ordine. L’approvazione della Regola dell’Ordine dei Minimi ebbe un lungo iter con la stesura di diverse versioni. Con l’approvazione di Alessandro VI di questa seconda versione della Regola, il 1 maggio 1501 (Ad ea quae circa), l’Ordine dei Minimi passò definitivamente dallo stile di vita eremitico a quello cenobitico. Atti del Convegno di Studi sulla IV Regola dei Minimi nel V Centenario della sua approvazione (1506-2006) , Curia generalizia dell’ordine dei Minimi, Mar 2006, Rome, Italy. Il movimento femminile che col passare del tempo giunse a costituire il Second'Ordine dei Minimi, o ramo femminile, dello stesso Ordine, iniziò quando alcune pie giovani di Andùjar (Spagna), fra le quali Maria e Francesca Valenzuela, si. Quelli che dal Capitolo saranno eletti come Seniori, consiglino prudentemente i loro Correttori e li aiutino in tutto ciò che, 41. evidente infermità riconosciuta in coscienza dal medico. 48. E perché più efficacemente sia eliminata ogni occasione di crapulare, si proibisce ai religiosi sani di mangiare, senza il, permesso del Superiore, fuori l'ora solita della refezione comune, come anche di fermarsi nelle case dei secolari per rifocillassi. San Francesco ha tradotto nella vita quanto ha scritto nella Regola, offrendo una testimonianza di quotidiana fedeltà a Cristo Povero, Obbediente e Casto. I predicatori e i confessori dei secolari non potranno essere ordinati e confermati nei loro uffici se non dal Correttore, Generale di quest'Ordine o dai Vigili o dai Provinciali o dai loro Vicari, dopo attenta considerazione sulla loro idoneità e. preparazione. TERZO ORDINE DEI MINIMI “Promettete la conversione di vita e il cambiamento dei vostri modi di agire”. 36. Desideravano corrispondere pienamente all'invito centrale del Vangelo dell'autentica conversione, mediante frutti degni, di penitenza, offerti incessantemente a Dio per la salvezza di tutti gli uomini, in spirito di unione e umile collaborazione con, Il loro progetto era quello di impegnarsi in una vita consacrata dedita interamente alla contemplazione, nella pura e. assidua orazione, favorita dalla pratica del silenzio evangelico e della vita quaresimale. bene se lo si lascia prima della morte e che la corona vien data in premio ai soli perseveranti. Tutti i Frati di quest'ordine dei Minimi - che si impegnano a seguire più da vicino la via, la regola e la vita della salvezza, eterna, e mediante la proficua osservanza dei dieci comandamenti di Dio e dei precetti della Chiesa cercano d'innalzarsi alla, pratica dei consigli evangelici -, obbediranno fedelmente al Sommo Pontefice Giulio Il e ai suoi successori canonicamente, eletti; prometteranno di vivere con perseveranza sotto i santi voti di obbedienza, di castità, di povertà e di vita quaresimale, secondo le modalità che saranno prescritte in seguito.